Il Circolo Liberamente


La nostra storia …

 

L’associazione Liberamente è nata a Niscemi nel 2007 dall’idea di un gruppo di giovani che, già in passato, avevano condiviso diverse esperienze associative e di impegno sociale. L’idea di base è quella di dar vita a una realtà associativa nuova, indipendente, giovanile e frizzante, capace di radicarsi nel territorio per promuovere la cultura, l’impegno sociale, la partecipazione democratica e la cittadinanza attiva.

Nel 2008 l’associazione Liberamente si è affiliata all’Arci (Associazione ricreativa e culturale italiana), diventandone un circolo. Il Circolo ARCI Liberamente è diventato negli anni un punto di riferimento nell’universo giovanile niscemese, coinvolgendo con le proprie attività giovani a rischio di esclusione sociale, giovani artisti e creativi, giovani musicisti. 

Particolare attenzione ha prestato alle questioni legate al contrasto dei fenomeni di devianza e alla lotta alla criminalità organizzata. In tal senso il Circolo ARCI Liberamente ha promosso tre tappe locali della Carovana antimafia, nel 2008, nel 2012 e nel 2013.

L’Associazione è stata impegnata sul fronte della cittadinanza attiva attraverso la realizzazione del bimestrale Liberamente, che si propone di riflettere su temi inerenti l’attualità e soprattutto sulle politiche giovanili. Il bimestrale “Liberamente” ha rappresentato, inoltre, un’importante occasione per tanti giovani che, tramite questo mezzo, hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al mondo della scrittura.

Nel mese di settembre del 2010 è nato, in seno all’associazione, il gruppo Made in Sud, composto da ragazze e ragazzi che vogliono in prima linea impegnarsi sui temi della legalità, della partecipazione democratica e della cittadinanza attiva. Di notevole rilievo, dal punto di vista educativo, è stata la partecipazione a diverse edizioni della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, a Napoli nel 2009 e a Milano nel 2010. Di notevole spessore, dal punto di vista formativo, è stata la partecipazione del gruppo Made in Sud al Campus nazionale di Montecatini, svoltosi nel 2011 e organizzato da Libera, dalla Provincia di Pistoia e dal Gruppo Abele

Sul fronte della promozione culturale il Circolo ARCI Liberamente dal 2008 ad oggi ha organizzato due edizioni della Rassegna Rock per Band Emergenti, dando la possibilità ai giovani musicisti di esibirsi pubblicamente; otto edizioni della manifestazione musicale FreeNacria, kermesse musicale estiva molto attesa dai giovani di Niscemi e del circondario. Molte sono state le mostre pittoriche e fotografiche, come Narco, importante mostra personale di fotografia di Marco Vernaschi, fotoreporter, vincitore del premio World Press Photo nel 2007.  

Nel 2010 e nel 2014 ha organizzato due importanti concorsi fotografici nazionali, il primo denominato Le Tracce del Tempo e il secondo Appunti di Viaggio. Entrambi i concorsi hanno riscosso un grande successo di partecipazione.

Nell’ambito della promozione sociale, nel periodo compreso tra il 2018 e il 2010 il Circolo ARCI Liberamente è stato impegnato nella realizzazione del progetto Adotto un parco. Il progetto, finanziato dal Comune di Niscemi, si poneva l’obiettivo di recuperare cinque parchi giochi siti in zone periferiche della città, che sono stati affidati a cinque diverse associazioni culturali, di volontariato e di promozione sociale. Nell’espletamento di tale progetto, il Circolo ARCI Liberamente ha avviato, nel parco giochi che gli è stato affidato, cioè quello sito all’interno del popoloso quartiere Macello, importanti percorsi di sensibilizzazione verso il rispetto dei beni pubblici attraverso l’organizzazione di innumerevoli attività quali feste di quartiere, attività sportive, cineforum e attività pedagogiche.

Il Circolo ARCI Liberamente attualmente è impegnato nella realizzazione del progetto Cantieri Sociali 3.0, promosso dalle Associazioni ARCI Le Nuvole di Gela, ARCI Liberamente di Niscemi, I Girasoli ONLUS di Mazzarino e la Casa della Musica di Riesi. Il progetto è finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’Avviso Giovani per il Sociale. Cantieri Sociali 3.0 è un progetto che ha l’obiettivo di creare punti di incontro per la socializzazione e la valorizzazione della creatività giovanile. L’obiettivo generale attiene al recupero e al rafforzamento della socialità fra i giovani, dai 14 ai 35 anni, promuovendo la partecipazione attiva alle problematiche sociali, ripristinando la legalità fra i giovani con attività di impegno civico, avvicinamento alle istituzioni, sostegno alle fasce deboli. Così come alla valorizzazione del grande patrimonio di idee, creatività e risorse umane delle nuove generazioni, per favorire il rinnovamento culturale e contribuire al miglioramento della qualità della vita dei giovani e delle comunità locali; nella creazione di luoghi di animazione, di creatività e di protagonismo per i giovani, ma anche di apprendimento, in grado di offrire, al contempo, la possibilità di acquisire e sviluppare abilità funzionali alle future scelte. Si suppone e prevede che ciascuna di queste attività rafforzi la socialità dei giovani attraverso una dinamica/effetto a cascata in base alla quale da un primo recupero partecipativo deriverebbe, secondo le fasi del progetto, un coinvolgimento gradualmente più intenso così come più ampio. Tale progetto mira a promuovere l’aggregazione ed il protagonismo giovanile all’interno di tre percorsi: “itinerari tracciati”, “itinerari visivi” e “itinerari sonori”. All’interno di questi itinerari i partecipanti hanno la possibilità di esprimere la loro creatività in luoghi reali e virtuali, utilizzando i linguaggi e gli strumenti comunicativi che ritengono più opportuni.

 arci