Le tracce del tempo – mostra fotografica

tracce-del-tempo

La mostra fotografica “Le tracce del tempo”, che si inaugura mercoledì 3 agosto 2016 alle ore 19:00 a Niscemi presso il “Giardino dello ‘ngegno”, è l’esito di un concorso fotografico nazionale bandito dal circolo ARCI – Liberamente, al quale hanno partecipato circa 120 concorrenti da tutte le regioni d’Italia.

Il tema del concorso prende spunto dall’esigenza di riflettere, in questo nostro tempo caotico e veloce, sui temi della memoria e del ricordo, attraverso l’arte fotografica, deputata, per sua natura, a immortalare e fermare il tempo per farne ricordi, impressioni e attimi di vita quotidiana da conservare e sottrarre all’oblio.

I partecipanti, tutti fotoamatori, per la maggior parte giovani, con le loro circa 250 foto in concorso hanno interpretato, in maniera originale, il tema proposto. Una commissione composta da professionisti qualificati ha selezionato le 20 migliori fotografie, che eccetto il momento della premiazione non sono state mai esposte.

La mostra si inserisce all’interno del progetto “Cantieri Sociali 3.0” di cui l’Associazione Liberamente è partner insieme ai Circoli ARCI di Gela, Mazzarino e Riesi, progetto finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit”.

Il progetto mira a promuovere l’aggregazione ed il protagonismo giovanile all’interno di tre percorsi: “itinerari tracciati”, “itinerari visivi” e “itinerari sonori”. All’interno di questi itinerari i partecipanti hanno la possibilità di esprimere la loro creatività in luoghi reali e virtuali, utilizzando i linguaggi e gli strumenti comunicativi che ritengono più opportuni.

La fotografia è uno dei linguaggi con cui oggi i giovani si esprimono, grazie alla diffusione delle nuove tecnologie, e che tuttavia conserva nelle sue forme artistiche il fascino della memoria.

Il circolo Arci “Liberamente”, nel corso degli ultimi anni è stato impegnato alla divulgazione della cultura fotografica, soprattutto tra i giovani attraverso l’organizzazione di mostre e di Concorsi fotografici. Nello specifico, nel mese di dicembre del 2010, è stata organizzata una importante mostra di Marco Vernaschi, premio World Press Photo nell’anno 2010. La mostra ha riscosso notevole successo a livello territoriale, per il calibro delle opere esposte e soprattutto per l’argomento trattato: il narcotraffico e l’impoverimento dei Paesi in cui tali dinamiche sono in atto.

L’Associazione Liberamente inoltre ha organizzato due importanti concorsi fotografici nazionali, il primo denominato “Le tracce del tempo” e il secondo “Appunti di viaggio”. Entrambi i concorsi hanno registrato una notevole partecipazione di concorrenti provenienti da tutte le regione d’Italia con circa 2000 foto pervenute. Proprio all’arte fotografica il circolo ARCI Liberamente continuerà a dedicare nelle prossime settimane nuove iniziative.