XV Carovana antimafie – Niscemi 4 giugno 2012

xv-carovana-antimafie

“Amiamo viaggiare, vedere, scoprire, per questo abbiamo iniziato un viaggio appassionante e pericoloso, difficile ma entusiasmante, un viaggio verso ipotesi nuove di esistenza, un viaggio che possa dare alle idee, alle parole, ai gesti, libertà”.

Con questo slogan partiva, nel 1994, la prima Carovana Antimafia promossa dall’ARCI Sicilia, due anni dopo le stragi in cui persero la vita Borsellino, Falcone e i rispettivi agenti delle scorte; con dieci giorni di viaggio da Capaci a Licata, attraversando il territorio con un percorso a tappe che si proponeva di portare solidarietà a coloro che in prima fila operavano per portare legalità, democrazia, giustizia e opportunità di crescita sociale nel proprio territorio, di sensibilizzare le persone per tenere alta l’attenzione sul fenomeno mafioso, di promuovere impegno sociale e progetti concreti.

La Carovana, dal 1996 copromossa insieme all’ARCI da Libera e Avviso Pubblico è divenuta nazionale e internazionale; essa è ancora oggi un viaggio per sperimentare nuove forme di partecipazione, per favorire dinamiche di coesione sociale e di produzione di beni relazionali.

Carovana Antimafie mobilita la politica del fare: il riutilizzo a fine sociale dei beni confiscati e la vendita dei prodotti delle cooperative che gestiscono molti di questi beni, l’educazione alla legalità democratica, il sostegno alle vittime di usura, estorsione, pizzo, la lotta alla corruzione, la certificazione di legalità per le imprese, la trasparenza nella gestione della cosa pubblica, la partecipazione attiva dei cittadini, la difesa dello stato di diritto, l’applicazione piena e totale della Costituzione Italiana e della Carta Universale dei Diritti.

A 20 anni dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio, a 18 anni dalla prima edizione, la Carovana Antimafie si rimette in cammino: 96 giorni di viaggio attraverso tutte le regioni italiane, Corsica, Francia e Svizzera, Albania, Bosnia, Bulgaria, Serbia; 17.440 chilometri da percorrere, 123 tappe in cui sono previste iniziative su più di 30 beni confiscati, dibattiti, convegni, testimonianze di familiari di vittime di mafia, incontri con la cittadinanza, cene della legalità con i prodotti delle terre confiscate alla mafia, concerti, spettacoli, animazione nelle piazze e nelle scuole.

Momenti salienti della Carovana saranno i passaggi del testimone da tappa a tappa, rappresentati fisicamente dall’arrivo e dalla partenza dei due furgoni di Carovana con a bordo i carovanieri, ovvero i “narratori” ufficiali del lavoro di antimafia sociale.

Il 4 Giugno la carovana giungerà nella provincia di Caltanissetta, a Niscemi, per portare la propria solidarietà a tutte le vittime di mafia, per mostrare a questa cittadina che Niscemi non può e non deve essere dimenticata. Tema centrale della carovana antimafia sarà l’imminente installazione delle antenne ad altissima frequenza denominato Muos.

Il Circolo ARCI Liberamente fin dall’inizio si è schierata contro l’installazione di queste antenne reputando tale installazione come l’ennesimo abuso perpetrato ai danni dell’ambiente circostante, della fauna, delle specie animali e soprattutto ai danni della salute umana!

Per questa ragione invitiamo tutte le associazioni che operano nel nostro territorio di essere presenti all’importante appuntamento che vedrà la partecipazioni di moltissime sigle associative da sempre impegnate in queste tematiche.

Pino Pardo

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA

LUNEDì 4 GIUGNO 2012

 

17.00 Sughereta di Niscemi, c.da Ulmo

Passeggiata ecologica nella sughereta; dal paradiso delle querce

all’inferno delle antenne

18.00 Sughereta di Niscemi, c.da Ulmo di fronte a impianto MUOS

Conferenza stampa (in diretta streaming). Saranno presenti i giornalisti

Oliverio Beha, Antonio Mazzeo, Nino Amadore, Attilio Bolzoni; Paolo

Beni, presidente nazionale Arci, Luigi Ciotti, presidente nazionale

Libera, Anna Bucca, Presidente regionale Arci Sicilia, Umberto Di

Maggio, responsabile regionale Libera Sicilia, i rappresentanti del

movimento no muos, i sindaci della zona, deputati italiani e europei.

20.00 Piazza Vittorio Emanuele II

Parole, suoni e immagini per dire No al MUOS

per un Mediterraneo di pace

Intervengono: Oliviero Beha, Luigi Ciotti (Libera), Cisco, Peppe Voltarelli,

Claudio Lombardo e Raffaella Bolini (Arci), Pino Pardo (Arci

Liberamente Niscemi), Antonio Riolo, (segreteria regionale CGIL Sicilia),

Alessandro Cobianchi, responsabile nazionale Carovana Antimafie

21.00 Concerto di Toti Poeta

xv-carovana-antimafie